Edizione 2016

Una nuova casa per il Festival delle lettere

Published

on

Nel cuore del quartiere Isola, crocevia di relazioni umane ed economiche, memoria della Vecchia Milano, ma anche, allo stesso tempo specchio dei cambiamenti della città, c’è il Teatro Verdi, che ospiterà la XII edizione del Festival delle lettere, l’unica manifestazione italiana che celebra la scrittura epistolare in un mondo in cui tutto si muove sempre più veloce, sui binari dell’evoluzione tecnologica.

Il Verdi, con le sue circa 200 sedute in velluto in una sala dal fascino senza tempo, cuore culturale di un’area che seduce per il fascino discreto, rappresenta la perfetta sintesi tra ospitalità e produttività e rivolge ai cittadini un implicito invito a riscoprire il passato e a vivere appieno il presente e il futuro.

Direttore artistico del teatro è Andrea Lisco, amico del Festival delle lettere e regista di alcune importanti serate dell’XI edizione e, inoltre, dello spettacolo interpretato da Alessandra Faiella, Il Cielo in una Pancia, nato con e per Chiesi Farmaceutici, e andato in scena il 17 novembre 2015 a Parma.

La XII edizione del Festival delle lettere si volgerà dall’11 al 19 ottobre 2016, in un susseguirsi di appuntamenti e iniziative che daranno ampio risalto a tutti i progetti correlati alla manifestazione.

Fino al 30 giugno sarà possibile inviare le proprie lettere per partecipare al concorso. Tema dell’anno è “Lettera a un Artista”, che permette di indirizzare il proprio messaggio ai destinatari più diversi, considerati “artisti” nel senso più ampio possibile: conosciuti o vivi soltanto nei ricordi e nell’immaginazione di chi scrive, del passato, del presente o del futuro, chiunque esprima la propria personalità attraverso ogni tipo di arte, o possa definirsi abile creatore di qualcosa.

Per candidarsi alla vittoria della prossima lettera d’oro basterà inviare la propria lettera, insieme alla scheda di partecipazione scaricabile nella sezione BANDO DI CONCORSO del sito ufficiale del Festival.

Se nessun artista vi stimola ad impugnare carta e penna, è sempre possibile iscriversi a una delle più tradizionali categorie in gara al Festival: Lettera a tema libero, Lettera Under 14 e Lettera dal cassetto, pronta a raccogliere parole che hanno raggiunto il proprio destinatario almeno vent’anni fa. Per quest’anno è prevista anche la categoria fuori concorso Lettera alla vita, un’idea lanciata con Chiesi Farmaceutici, per invitare a scrivere una lettera in occasione di una nuova nascita, pur lasciando al tempo stesso aperta ogni altra interpretazione possibile di questo tema.

Trending

Exit mobile version