Connect with us

Amanda Sandrelli

Amanda Sandrelli

Figlia del cantante italiano Gino Paoli e dell’attrice Stefania Sandrelli, Amanda Sandrelli esordisce davanti alla macchina da presa con il cult italiano Non ci resta che piangere (1984) di Roberto Benigni e Massimo Troisi. Nel 1985 reciterà accanto alla madre nella pellicola sentimentale vietata ai minori L’attenzione, nel 1987 sarà da Bruno Bozzetto nel fantastico Sotto il ristorante cinese e nel1988 sarà accanto a Ugo Tognazzi in I giorni del Commissario Ambrosio.

Dopo il ruolo di Pantasile in Una vita scellerata (1990) con Max von Sydow, suo padre le propone di cantare insieme la canzone originale del cartone animato della Disney La Bella e la Bestia (1991). Nel 1993, torna al cinema diretta da Maurizio Nichetti nel fantasioso e comico Stefano Quantestorie, poi si dà al cinema di fantascienza con il curioso Nirvana (1997) di Gabriele Salvatores che gli permetterà di recitare accanto a Christopher Lambert, Sergio Rubini, un’allora esordiente Stefania Rocca e un vecchio compagno di lavoro di sua madre, Diego Abatantuono. E sarà persino diretta da sua madre come protagonista del lm Christine Cristina (2009). Sottovalutata dalla critica, Amanda ha ottenuto una nomination ai David di Donatello per la regia del cortometraggio Un amore possibile (2004), nel quale ha diretto suo marito, Blas.

Notevole anche la sua presenza nel piccolo schermo, spesso diretta da Paolo Poeti, recita nel lm tv Una lepre con la faccia da bambina (1988), cui seguiranno Piccole donne oggi (1989), la miniserie di Vittorio De Sisti Il ricatto 2 (1991), Il sassofono (1991), la serie tv straniera Bony (1992), il tele lm Olimpo Lupo (1995), Positano (1996) e nell’ultimo periodo si è distinta anche per l’intenso ruolo di Magda in Perlasca – Un eroe italiano (2002) e per il ruolo di Federica Danza nel tele lm Il giudice Mastrangelo (2005-2007). Molto più teatrale di sua madre, viene diretta nella stagione 1994-1995 in “Cinque” di Duccio Camerini, nella quale piéce interpretava una ragazzina piena di tic considerata folle, ma sul palco ha avuto anche occasione di recitare diretta da Lina Wertmüller in “Gianni, Ginetta e gli altri”, ed è lì che la migliore Sandrelli viene fuori, grazie a performances che offrono al pubblico la possibilità di riscoprirla, con qualunque maschera addosso, anche quelle appartenenti al passato.

Continue Reading

HA PARTECIPATO A