Dal mondo

Nel Mare del Nord ritrovata la lettera in bottiglia più antica del mondo. Ha 109 anni.

Published

on

Sulla spiaggia dell’isola di Amrum, bagnata dal Mare del Nord, si pensa possa essere stato ritrovato il messaggio in bottiglia più antico del mondo. A ritrovarlo è stata Marianne Winkler, impiegata in pensione di un ufficio postale, mentre passeggiava con il marito lungo la riva del mare.

“È stata un’emozione unica, mai provata in tutta la mia vita, trovarmi dinanzi a una cosa così antica e dal fascino indescrivibile” ha detto in un’intervista rilasciata ad un quotidiano locale.

Si intravedevano solo tre parole: “Rompere la bottiglia”.

“Mio marito, Horst, ha cercato di estrarre delicatamente il messaggio evitando di distruggere il vetro, ma non è stato possibile e quindi abbiamo fatto proprio come c’era scritto, l’abbiamo rotta”.

Solo al momento dell’apertura hanno trovato risposta tutti i quesiti che sicuramente aleggiavano nella mente dei coniugi Winkler: “Da dove proviene, chi l’ha scritto, e quanto tempo è stato in viaggio in balia di onde e correnti?”

La bottiglia, partita dal Marine Biological Association di Plymouth, conteneva un semplice messaggio: restituire, dietro una ricompensa pari a uno scellino, la bottiglia e il messaggio al mittente. Obiettivo di tale richiesta, formulata in tre lingue, inglese, tedesco e olandese, era avere informazioni sul luogo del ritrovamento.

Emozionato il direttore dell’MBA, Guy Baker, quando ha ricevuto il messaggio da parte della ritrovatrice. Dai documenti dell’associazione è emerso che la bottiglia ritrovata fa parte di un gruppo di altri 1020 messaggi rilasciati nel Mare del Nord da George Parker Bidder, ex presidente dell’associazione, agli inizi del 1900 (precisamente tra il 1904 e il 1906), con l’obiettivo di studiare l’andamento delle correnti marine.

La bottiglia della signora Winkler, la quale ha ottenuto il premio di uno scellino promesso nel messaggio, è l’unica ritrovata ancora galleggiante. La maggior parte delle altre bottiglie ritrovate è stata rinvenuta da pescatori all’interno delle reti gettate sul fondo del mare ed è tornata al mittente dopo solo qualche mese dall’insolito invio.

Una lettera non conosce distanza… E nemmeno età.

 

Trending

Exit mobile version