Connect with us

Amici del festival

Anita Caprioli: dal Cinema di Venezia al teatro del Festival delle lettere

Published

on

Una bellezza delicata, partita dal teatro e cresciuta nel cinema d’autore vivrà da protagonista lo spettacolo di premiazione degli scrittori che trionferanno al festival delle lettere di quest’anno. Parliamo di Anita Caprioli, stella selezionata per rappresentare il cinema italiano nel mondo come parte della giuria del prossimo Festival del Cinema di Venezia.

BIOGRAFIA ARTISTICA

Attrice. Studia recitazione a Milano con l’argentino Raoul Manso e a Roma per diversi anni frequenta i laboratori di Beatrice Bracco; nel 1991 a Londra partecipa ad alcuni workshop con la direzione di Andrea Brooks. Tra il 1988 ed il 1997 lavora in teatro nel Cerchio di gesso del Caucaso, ne La locandiera, regia di Andrea Brooks, e ne Il berretto a sonagli, regia di Andrea Taddei. Esordisce al cinema nel 1997 con ‘Tutti giù per terra’ di Davide Ferrario. Tra i suoi lavori  si ricordano ‘Denti’ di Gabriele Salvatores (1999), ‘Che colpa abbiamo noi’ di Carlo Verdone (2003), dove interpreta una ragazza con problemi di bulimia, e ‘Manuale d’amore’ (2005) di Giovanni Veronesi. Nel 2008 recita a fianco di Claudio Bisio nel film ‘Si può fare’, diretto da Giulio Manfredonia. Nel 2011 recita nel film ‘Immaturi’ e nello stesso anno entra a far parte del cast di Tutti pazzi per amore 3 nel ruolo di Eva, amica lesbica della protagonista Laura. Nel 2012 riceve una candidatura ai David di Donatello come migliore attrice non protagonista e nel 2015 è tra le personalità chiamate a far parte delle giurie della Mostra del Cinema di Venezia.

Anita Caprioli vi aspetta al Teatro Litta di Milano, domenica 11 ottobre 2015 a partire dalle ore 16.

Continue Reading

Amici del festival

Antonio Cornacchione legge la lettera che accorcia le distanze e celebra il sogno di tanti ragazzi.

Published

on

Antonio Cornacchione ha portato sul palco della Casa delle Arti le emozioni racchiuse nella lettera di Martina Dei Cas, vincitrice del premio speciale Writing the distance. 

Con la sua lettera Martina ha dato voce a milioni di bambini e ragazzi che a causa della guerra si vedono negato il diritto all’istruzione, giovani a cui “non servono scuole belle come castelli, ma adulti coraggiosi, che ci aiutino ad imparare anche nelle circostanze più avverse. Perché tu, cara scuola, non sei un luogo. Ma un sogno fragile. L’unico capace di cambiare in maniera durevole il destino di popoli e Paesi”

Per leggere la lettera, clicca qui

Continue Reading

Amici del festival

Max Pisu: comico, attore e papà legge la migliore Lettera Under 14

Published

on

Fa sorridere ma anche riflettere la lettera vincitrice della categoria Under 14. 

Proprio come il suo interprete: Max Pisu, attore e comico che riesce sempre a unire l’ironia a un racconto puntuale e critico della quotidianità, che ha dato voce al racconto di Matilde Mezzetti.

La vincitrice della categoria riservata ai più giovani ha raccontato la sua esperienza durante il periodo di didattica a distanza con spontaneità e simpatia, senza nascondere il senso di smarrimento dato dalla chiusura della scuola e il desiderio di riabbracciare i propri cari e ritrovare una certa “normalità”. Il testo della lettera è disponibile qui

Continue Reading

Amici del festival

Valerio Bongiorno interpreta la Lettera d’oro 2020/21

Published

on

È di un’insegnante di Fossalta di Portogruaro, Laura Musso, la lettera che vince l’edizione 2020/2021 del Festival. A dare voce a questo ironico racconto del percorso scolastico della protagonista, dalla scuola elementare fino alla vita da docente, l’attore e operatore teatrale Valerio Bongiorno. 

Clicca qui per leggere il testo della Lettera d’oro 2020/21

Continue Reading

Trending