Vincitrice lettera dal cassetto 2018

 

Genova, 4 Novembre 1918

Caro Pippo,

ho ricevuto la tua cartolina e ti ringrazio per il gentile pensiero.

È oggi giornata gloriosa per l’Italia che non ha esempi nella storia. Nella rivendicazione dei nostri più sacri diritti. Il nostro secolare nemico e nel lieto annuncio di Trento e Trieste liberate.

Oggi ogni buon italiano ha il dovere di inviare un riconoscente saluto e di dire grazie dal più profondo del cuore. Essere tutti costì riuniti al tuo focolare domestico sentendo la nostalgia per non averti vicino e stringerli al cuore e dirti bravo alpino dopo tanto soffrire ecco il tuo premio che si riassume in molti soddisfacenti scopi. Primo fra tutti la rivendicazione dei nostri morti e l’annientamento di un regno crudele, tracotante, vile, infame, e fieri di saperti una particella di quella grande famiglia che si chiama esercito combattente, ti inviamo tutti insieme i nostri baci e saluti affettuosi, ormai fiduciosi di averti quanto prima fra noi libero per sempre e felice.

Felice fortuna sempre, il tuo padre Marco

Gloria al nostro esercito e a te. Baci infinti, tua sorella Carlotta

Onore ai nostri eroici combattenti. Gilda

Viva i liberatori delle terre invase, tua affettuosissima Eugenia